Raggio: Chiuso
Raggio:
km Set radius for geolocation
Cerca

Il matrimonio salentino: riti, usanze e curiosità

Il matrimonio salentino: riti, usanze e curiosità
Destination Puglia

Le usanze e le tradizioni del matrimonio salentino

Il Salento, terra ricca di tradizioni, ha da sempre avuto una storia interessante legata alle usanze del matrimonio. Molti non sanno che, fino a qualche decennio fa, i festeggiamenti non si limitavano solo al grande giorno ma preparavano e seguivano l’evento. La data del matrimonio, in passato, veniva comunicata a parenti e amici durante una festa di fidanzamento che la maggior parte delle volte si svolgeva nella casa paterna della sposa.

Ph credit: Diego Latino.

La dote e il dono della futura suocera

Secondo la tradizione la giovane in procinto di sposarsi doveva completare con la madre la dote matrimoniale prima di iniziare una nuova vita. Una usanza interessante e particolare era legata al giorno delle pubblicazioni. La sposa riceveva dalla suocera una collana d’oro simbolo del legame che le avrebbe unite nel tempo.

La serenata e i giorni successivi

La serenata era invece una tradizione che si svolgeva il giorno prima del matrimonio, quando lo sposo, accompagnato da parenti e amici, decideva di dedicare una canzone alla sua futura mogliettina direttamente sotto il suo balcone. Il giorno dopo la celebrazione del matrimonio si era soliti festeggiare ancora nella casa di origine dello sposo e i festeggiamenti, allietati da danze tipiche, proseguivano fino a  tarda sera.

Ph credit: Diego Latino.

Questa stessa festa veniva ripetuta otto giorno dopo nella casa paterna della sposa e nell’occasione la suocera doveva regalare degli utensili per la cucina. La prima notte di nozze era un momento particolare. Gli sposi non potevano dormire nel letto nuziale preparato per l’occasione. Il letto doveva, infatti, rimanere intatto e vuoto affinché arrivasse la benedizione di un angelo. La sposa doveva inoltre rimanere in casa la settimana dopo il matrimonio e nella prima uscita pubblica doveva presentarsi con il marito.

La “fuitina”

Molto spesso i matrimoni avevano una funzione riparatoria; capitava che i giovani innamorati scappassero prima delle nozze. Questa usanza veniva chiamata “fuitina” ed era diffusa in moltissime zone del Sud d’Italia. Sono tante le storie di coppie arrivate sull’altare dopo una fuitina a cui seguiva la tipica festa di nozze che rimediava al gesto.